Installare GNU/Linux sul proprio computer

Al fine di installare GNU/Linux sul poroprio computer sono possibili tre distinte soluzioni:

  • come “applicazione”, senza modificare il proprio sistema operativo (usando la virtualizzazione),
  • a fianco del proprio sistema operativo, riducendone lo spazio a disposizione (attraverso il dual-boot),
  • in sostituzione (cancellando) il proprio sistema operativo (in modalità single-boot).

La prima soluzione è la più semplice da adottare e quella che non comporta il rischio di perdita di dati del sistema operativo già presente sul computer, ma è anche quella che presenta le prestazioni peggiori; d’altro lato l’ultima soluzione è quella che prevede di rimuovere dal proprio computer ogni dato e applicazione, ma ha prestazioni migliori. La seconda opzione è la più complessa da realizzare (sopratutto se si vuole avere in dual-boot assieme a GNU/Linux una versione recente di Microsoft Windows).

Di seguito sono indicati alcuni software utili a chi usa Microsoft Windows, o Apple OS X, per procedere all’installazione di GNU/Linux secondo una delle modalità illustarte sopra. Si oserva però che chi usa Apple OS X può evitare l’installazione, in quanto tale sistema operativio mette a disposisione (senza ulteriori modifiche) un ambiente molto simile a GNU/Linux.

Backup

Prima di alterare la configurazione del computer, onde evitare la perdita di dati (in particolare nel caso si intenda adottare una delle due ultime soluzioni suggerite in precedenza) si suggerisce caldamente di procedere ad effetturare un backup, ossia una copia di sicurezza, dei propri dati.

Gli utenti Windows e Mac OS possono usare il software CrashPlan che può essere scaricato gratuitamente ed usato gratuitamente salvando i dati su un proprio dispositivo, oppure con un modesto costo annuale salvando i dati presso il fornitore del servizio.

Virutalizzazione

Chi intende adottare la prima scelta suggerita in precedenza, cioè installare GNU/Linux come una sorta di applicazione del proprio sistema operativo deve dapprima installare un software di virtualizzazione.

Un software di virutalizzazione di semplice uso è Virtualbox che potete scaricare gratuitamente.

Una volta installato il software di virtualizzazione è possibile creare una nuova macchina virtuale all’interno della quale è possibile procedere all’installazione come se si trattasse di una macchina fisica (seguendo le indicazioni della prossima sezione).

Distribuzione GNU/Linux

Le distribuzioni di GNU/Linux più semplici da installare ed utilizzare sono:

Ciascuna distribuzione ha una dettagliata guida di installazione (indicata nella pagina di scaricamento) che illustra come procedere per il caso single- boot o, a seconda del sistema operativo preesistente, per il caso dual-boot.